Facebook e le amicizie Virtuali che diventano Reali

Facebook e le amicizie Virtuali che diventano Reali

 

 

 

Nella vita bisogna avere il coraggio di osare.
“è molto più facile di quello che sembra”

In occasione dell’Expo Milano 2014 o fine 2015 credo, ricevo un messaggio su Facebook, da un Fan, un ragazzo che apprezzava e seguiva i miei lavori, dicendomi che le avrebbe fatto piacere conoscermi e che aveva un Biglietto per me per l’expo. Sono rimasto molto colpito, perchè si sa, nel nostro settore seguiamo e amiamo qualche artista ma, il tutto si manifesta con  qualche apprezzamento dei lavori qua e la per i social di settore, il fatto che mi avessero preso un biglietto … solo per conoscermi .. che onore, accettai al volo.

Ricordo ancora che ero in un periodo dove fisicamente stavo molto male, ero obeso per via di alcuni Farmaci; dopo esserci incontrati alla stazione Centrale (Lui tutto figo con le sue Beats bianche) prendemmo la metropolitana, non faceva caldo, di più, sudavo più di un beduino che pala sabbia nel deserto con cuffia sciarpa e stivali da sci (immaginatevelo sto beduino),

La giornata si concluse salutandoci alla stazione centrale e tornai a casa contento ma, senza aspettarmi nulla, nel senso che, si bell’esperienza ma nessuno poteva immaginare che era l’inizio di una bella e onesta amicizia con Angelo D’ambrosio la sua dolce metà Anna e Largo, un Boxer bellissimo.

Successivamente ci siamo sentiti spesso per telefono e Skype, la maggior parte dei nostri argomenti erano sul design, parlavamo dei nostri progetti e lavori ma, ancora non sentivo l’amicizia, bensi mi piaceva come persona.

 

Capodanno con Angelo e la sua Famiglia

 

Ricordo che sempre in quell’anno nel mese di Dicembre mia moglie e mia figlia andarono in Ecuador a trovare e far conoscere il Nonno ad Aurora, rimasi da solo per 40 Giorni e verso il 27 Dicembre, Angelo insistette perchè lo raggiungessi a casa sua, dal momento che avrebbe passato l’ultimo dell’anno da solo con Anna e Largo, cosi per svagarmi un po e ri-passare un po di tempo assieme.

Non accettai subito, non mi andava molto di rompere le scatole, non ci conoscevamo bene, ma alla fine andai. Angelo in realtà non avrebbe passato l’ultimo dell’anno da solo, ma aveva già organizzato con la famiglia, cosi che in inganno mi trovai in Casa di Napoletani per festeggiare l’ultimo dell’anno e senza conoscere nessuno. l’avrei ucciso anche se mi han fatto sentire come uno di famiglia ma, si sà, i partenopei sono persone accoglienti, calde e solari, ad ogni modo c’era un po d’imbarazzo. Mi ricordo che appena sono arrivato, non siamo usciti subito, mi portò prima a casa sua per posare la Mia borsa e qualche bottiglia di Brachetto e finimmo col guardare un Film, una minchiata pazzesca con Hamish, macchine e Zoccole, alla fine mi informò che saremmo andati da un altra parte per cena. Siamo due persone diverse ma ci divertiamo moltissimo assieme.

La mezzanotte

A mezzanotte il festeggiamento e poi tutti a chiamare i propri cari, emh, tutti tranne me, i telefoni di Mia mamma e dei miei fratelli erano irraggiungibili, mia moglie e mia figlia erano in Ecuador e avevano problemi di comunicazione, mi sentivo davvero fuori luogo :D, sembravo un trovatello senza famiglia, ma, la famiglia di Angelo mi fece davvero sentire parte della Famiglia, sono bellissime persone a cui tengo per questo.

Checco Zalone

In quei giorni usci al cinema il Film di Checco Zalone Quo Vado ed io e angelo andammo a vederlo, non credo di aver mai riso cosi tanto, i giorni passarono veloci e oramai si stava forgiando una bella amicizia, consolidata poi nei mesi a venire, quando ricordo che Anna Angelo e Largo vennero a trovarci ad Acqui Terme, conobbero anche Gennessis mia moglie e Aurora mia figlia.

Passammo due giorni molto piacevoli per la festa delle feste, dove io e il Boss mangiammo polenta e cinghiale come non ci fosse un domani e le donne scorpacciate di trofie al pesto, probabilmente anche qualche rana fritta..

Social e Pericoli

Si parla sempre dei Social e delle loro pericolosità, giustamente, ma se usati con cognizione, possono realmente connettere persone e grazie a loro formasi amicizie importanti come quella che nutro io per Angelo. Questo è un post che non tratta direttamente il Design ma, indirettamente racconta di come grazie ad esso sia potuta nascere una bella e sana amicizia.

Angelo e Aurora nel Nostro Bar

Saper Osare a volte …

Se Angelino non mi avesse contattato, probabilmente non ci saremmo mai conosciuti, la voglia di conoscere un collega che apprezza ci ha regalato qualcosa di bello, Grazie Angelì

Vacanze Nelle Marche

l’estate successiva andammo a passare una decina di giorni nelle Marche, a Falconara M.ma dalla mia famiglia e come da prassi oramai, quando si passa per L’emilia, bisogna uscire uscire a Modena Nord e raggiungere Angelo in un posto dove fanno le piadine, mangiamo assieme e ci salutiamo. Nel viaggio di ritorno invece, si va da Mario, si si il famoso Bar di Luciano Ligabue (che non c’è mai).

“Angelo D’ambrosio è un Tecnico di Stampa con oltre dieci anni d’esperienza e dalla passione per il Graphic Design ha fatto si che diventasse anche la sua professione”

 

Nella foto
Angelo, Anna Lorenzo e Largo

 

 

San Martino al Rio
Nevicata di Natale

Angelo e sempre stato appassionato di Design, come molti di noi, se non quasi tutti, per via della passione che ci lega a questo lavoro, passava l’intero weekend a lavorare e sperimentare, principalmente Graphic Design. Ama lo stile Minimal, apprezza molto Massimo Vignelli. Con il tempo è riuscito a cucirsi addosso uno stile tutto suo, questo è molto importante a mio avviso nel nostro lavoro ma non voglio addentrarmi sul perchè, argomento complesso che merita un articolo a parte.

 

L’emilia Romagna e il lavoro come Design

Verso il 2016, abbiamo avuto modo di frequentarci un po di più, perchè passai un periodo dove collaboravo con la Pomodoro una web Agency Modenese. La prima sera che arrivai in Agenzia, il Ceo, Dario Ugolotti, ricordo che mi portò fuori per cena per assaggiare le specialità locali e la sera successiva organizzammo nuovamente invitando anche ad Angelo, da qui in poi diventa tutto Top Secret, vi dico solo che finimmo in un locale dove iniziai un trenino interminabile facendo rovesciare persone dal Palco, Una notte da Leoni? Più o meno :D, quel che successe quella notte rimane a Modena, ma quanto ci siamo divertiti, oltre che ad aver mangiato da dio.

 

Ci rincontriamo?

Adesso è passato un po di tempo dall’ultima volta che ci siamo visti, nel frattempo Anna e Angelo hanno allargato la famiglia con l’arrivo di Lorenzo, Io e Gennessis stiamo aspettando anche noi il nostro primo Cucciolo di Dogue De Bordeaux. Giusto mentre scrivo queste righe ci siamo sentiti su Facebook con l’idea di incontrarci tutti assieme a famiglia allargata, inoltre Angelo è molto esperto in termini di Cani, ha più esperienza di me e ho io da imparare qualcosa da lui, non vediamo l’ora di riabbacciarvi ….

 

Alessandro, Gennessis, Aurora, Tom e Leone

“I social non sono pericolosi, lo diventano nel momento in cui ne fate un uso improprio. Di poche cose ringrazio Facebook e l’amicizia tra me e Angelo è una tra queste.”

Comments (0)
Join the discussion
Read them all
 

Comment

Hide Comments
Back

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Share